lunedì 12 ottobre 2015

Diy: a little angel



Le promesse sono promesse e vanno sempre mantenute.
Qualche tempo fa, sia su instagram che sulla mia pagina di facebook, vi avevo detto che avrei preparato il tutorial ed il cartamodello di questo angioletto.
Lo ammetto, nel frattempo è passata tutta l'estate e pure settembre dal mio "annuncio", ma ho pensato che editare questo post in piena estate, col caldo che ha fatto, sarebbe stato un peccato perché  molte di voi se lo sarebbero perso!
Allora FORZA, iniziamo....


Materiale

Per realizzarla vi serviranno:
- tessuto di cotone color carne (corpo)
- tessuto di cotone fantasia pois e quadrettata ( vestito e pantaloni )
-tessuto di cotone tinta unita (colletto)
- feltro panna (ali)
-lana bianca (capelli)
-filo da ricamo marrone (occhi)
- gesso rosa o fard ( guance)
-filo elastico


Procedimento


Corpo
Disegnate la sagoma del corpo e delle braccia sul tessuto di cotone color carne, piegato a metà con la parte dritta rivolta verso l'interno.
Cucite a macchina lungo i contorni. Tagliate le varie parti e rigiratele.


Vestito
Prima di realizzare il vestito fate l'orlo alla base dello stesso.
Piegate il tessuto a metà e disegnate la sagoma del vestito. Cucite, tagliate, rigirate e stirate.




Pantaloni
Piegate il tessuto a metà. Disegnate la sagoma del pantalone.
Cucite le parti AB di entrambi i lati (v. foto).
Aprire in modo tale che le cuciture centrali combacino e cucite i lati (v. foto). Rigirate e stirate.
In questo caso, essendo i pantaloni arricciati sul fondo non ho realizzato l'orlo finale. 
Colletto
Disegnate la sagoma del colletto sul rovescio del tessuto piegato a metà. Cucite lungo il perimetro, lasciando l'apertura indicata nel cartamodello. Tagliate, rigirate e stirate.

Assemblaggio
Cucite/ incollate le braccia al corpo.
Fate indossare i pantaloni e cuciteli al corpo.
Fate un filza con il filo elastico ai pantaloni (v. foto), arricciate ed inserite all'interno del pantalone la parte finale (v. foto).
Mettete il vestito, arricciate lo scollo. arricciate le maniche, come avete fatto in precedenza con i pantaloni. Cucite il colletto.
Realizzate una rosellina, un fiocco oppure rivestite un bottone (il tutorial lo trovate qui) e incollatelo vicino al colletto.


Capelli
 Fate una matassa con la lana (i giri variano in base alla grandezza della testa).
Con l'ago fate passare un filo di lana sulla parte centrale, o laterale della testa.
Poggiate sopra la matassa di lana e fissatela con un nodo.
Tagliate un pezzo di stoffa (fascia fra i capelli) sistematela bene sulla testa e incollatela.
Acconciate i capelli della bambola, con trecce, codini o lasciandoli sciolti.


Viso
Ricamate gli occhi e dipingete le guance con del fard o del gesso rosa.


Potete poi confezionarla utilizzando un semplice sacchetto di carta per il pane, abbellendolo con  una rosellina ed un nastro dello stesso colore che avete usato per l'abito.


Spero che questo tutorial vi piaccia e vi possa essere  utile.
Un abbraccio
Laura

venerdì 9 ottobre 2015

Coastal style decorating ideas


Ricordo molto bene il momento in cui ho scattato questa foto, tornavo dalla spiaggia e mi sono fermata a guardare questo panorama, lo stesso di ogni giorno, ma con occhi diversi.
Mi sono distaccata dal mondo, non sentendo più il vociare dei turisti nei locali, non vedendo più nessuno, concentrandomi solo sulle cose inanimate per catturare il momento. Spesso mi accade di staccarmi da tutto e guardare il mondo che mi circonda con gli occhi di un altro.
Inconsciamente lo imprimo e quando meno me lo aspetto viene fuori sotto forma di arte.
Come dico sempre, io per il disegno e la pittura non sono proprio portata, e la cosa è alquanto frustrante. Ma da alcuni anni ho trovato il mio personale modo di interpretare ciò che vedo, usando materiali di recupero. Con quelli interpreto i paesaggi che vedo e che amo.


La spiaggia quest'anno mi ha regalato un pezzo davvero speciale, una piccola tavola di legno con la forma del classico camino esterno tipico delle case di mare.
Ed è questo che differenzia la mia piccola"opera"da quelle fatte in precedenza, e che per ora è la mia preferita.
Minimalista, essenziale
racchiude le mie radici dove il mio paese natale ( Chioggia) e le origini della mia famiglia
(Cherso) s'incontrano.




 Ed infine, per fortuna direte voi, un altro porticciolo, con faro sulla scogliera (lo trovo fantastico) e barca a vela.
Con le creazioni di legno, per quest'anno abbiamo terminato, anche se devo dire che alcuni pezzi grezzi me li sono portati a casa.
 Non sia mai che mi venga l'ispirazione!




 Buon fine settimana
Un abbraccio
Laura

mercoledì 7 ottobre 2015

L'occhio vede solo quello che la tua mente immagina

Ormai la mia è una fissa, se così si può definire!
 Non ce la faccio proprio a non perlustrare in lungo ed in largo le spiagge poco frequentate, dove il mare, spesso e volentieri, deposita "piccoli tesori" (ormai io li chiamo così).
Così appena arriviamo, sistemate le nostre cose, mi avvio sulla battigia.
La percorro diverse volte, esaminando attentamente ogni legno, radice, sasso.
Alcune volte trovo pure la concorrenza, e là la faccenda si fa dura, mica è un mercato dove trovi materiale all'infinito....allora la caccia diventa ancora più interessante e divertente, molto fantozziana!
Tu cammini, e guardi a terra con nonchalance...raccogli qualcosa e subito ti senti gli occhi puntati addosso. E' la concorrenza che ti osserva e che sicuramente pensa e si arrovella il cervello immaginando tu cosa possa fare con quel coso che hai in mano e che lui non aveva nemmeno considerato....
Stessa cosa vale anche per me! Sempre penso a cosa potrebbe fare quel tizio con quel coso!
Peccato che entrambi, cioè io e la concorrenza, mai sapremo cosa è nato!
L'occhio vede solo quella che la nostra mente immagina.
(Alcune  creazioni le potete trovare qui ,qui e qui .)


Dopo una giornata intensa di sole e mare torno a casa con il mio bottino.
Lo lascio al sole un po' di giorni perché si asciughi, Poi lo guardo, lo studio, ci gioco fino a quando non mi viene l'ispirazione.
Come ho sempre detto, non tocco nulla, lascio tutto come il mare me l'ha donato.



Preparo i colori....


ed inizio a dare la vita
dei materiali  che prima erano inutili ed abbandonati.


Un abbraccio
Laura

lunedì 5 ottobre 2015

Diy: il porta tutto


Possono essere grandi, medi o piccoli.
Hanno mille utilizzi, insomma i porta tutto sono una manna per tutte noi.
Si possono utilizzare come portavasi, porta trucchi, porta lavette,, porta colori e porta.....tutto ciò che ti pare....
Per realizzarli vi serviranno:



Materiale:
Tessuto di stoffa per la parte esterna
tessuto di stoffa per la fodera
un nastro
un scampolo di stoffa e del panno lenci per la rosa
macchina da cucire
colla a caldo

Procedimento ( porta tutto piccolo)

 Ritagliate due rettangoli di stoffa delle misurano 20 cm x 30 cm



Fodera
Piegate a metà il tessuto, con la parte dritta rivolta verso l'interno
Fate combaciare il punto A con il B, il punto C con D
Cucite il lato lungo. Aprite in modo tale che la cucitura appena realizzata sia centrale e cucite la base, lascindo una piccola apertura


Per la parte esterna procedete allo stesso modo della fosdera, cucendo per intero tutta la base.


Parte esterna e fodera

Tagliate gli angoli alla base e fate combaciare i punti (v. foto) e cucite





Rigirate la parte dritta sul dritto del lavoro, mentre la fodera la lasciate sul rovescio.




Inserite il sacchetto esterno dentro la fodera


Cucite lungo il bordo superiore



Fate uscire dall'apertura della fodera la parte dritta del portattutto.
Stirate, chiudete l'apertura della fodera. Inseritela verso l'interno e ripiegate il bordo



Decoratela a vostro piacimento.








Happy creativity
Laura