martedì 2 luglio 2019

Le quattro stagioni

 Un po' di tempo fa avevo realizzato degli angeli che rappresentassero le 4 stagioni.

Vi lascio alle foto
saranno loro a parlare

















Un abbraccio
Laura


lunedì 24 giugno 2019

Tiffany simbolo internazionale di raffinatezza ed eleganza


Buon pomeriggio ragazze rieccomi on line con una nuova collana che si ispira al color Tiffany 
... 
Oggi sono studiata sappiatelo e vi racconterò( o meglio sarà "na solfa") del iconico colore BLUE TIFFANY
👩‍🎓il colore unico, simbolo internazionale di eleganza e raffinatezza, creato appositamente dal fondatore della famosissima gioielleria di NYC. Il numero del pantone 1837, infatti, corrisponde all'anno di fondazione della maison.
Da alcuni studi fatti sembrerebbe che, alla visione di  questa nuance, il cuore accelerebbe i battiti così tanto da associare  il colore alla vitalità.




Il Tiffany è chic, alla moda e  si adatta a look sia eleganti che casual.
In questa collana l'ho abbinato al lino e al color moka per uno stile unconventional con un tocco quasi etnico.
Perfetto su di un abito nero come su jeans e canotta bianca.



Alla prossima
Un abbraccio
Laura

mercoledì 12 giugno 2019

Coastal necklace


Crea il tuo stile. Lascia che sia unico e immediatamente riconoscibile.
(Anna Wintour)


Spero di non risultare ripetitiva, ma con mio grande piacere posso mostrare un'altra collana.
Nouance che profumano di estate, di mare, di sabbia


Perfetta da indossare(perché queste collane si indossano😉) per un' apericena o una serata al porticciolo o bordo piscina
. Sportiva:shorts di jeans, maglia con collo a barchetta e sandali di corda, 
abitino bon ton di jeans e scarpa bassa
. Elegante : abito lineare di lino e sandali


Il modello con le spiegazioni lo puoi trovare nel mio Etsy shop (link lato destro del blog) sia come pattern singolo o all'interno del mio libro di Cucito Creativo "Spring is in the air"
Se invece preferisci che sia io a realizzarla contattami via email



Alla prossima
un abbraccio
Laura

lunedì 10 giugno 2019

Shabby chic necklace



Lo stile è eleganza non stravaganza. L’importante è non farsi notare, ma ricordare.
(Giorgio Armani)



Nuove collane in partenza! .
Tinte naturali per uno stile fresco, romantico, giovane ed estivo! Elegante e sportiva in base all outfit scelto!
Ogni collana è realizzata a mano con cura e amore






Il modello con le spiegazioni lo puoi trovare nel mio Etsy shop (link diretto colonna di destra) sia come pattern singolo o all'interno del mio libro di Cucito Creativo "Spring is in the air"
Se invece preferisci che sia io a realizzarla contattami via email


Alla prossima
Un abbraccio
Laura

giovedì 30 maggio 2019

Angel necklace



"La capacità di provare ancora stupore è essenziale nel processo della creatività"
(D.W.Winnicott)





Sono 9 anni che realizzo queste collane in stoffa (su commissione, per corsi, per fiere, per amiche) e nonostante sia passato tanto tempo, crearle mi fa ancora battere il cuore.
.
Ogni collana che realizzo è studiata nei minimi particolari. La ricerca dei tessuti e degli abbinamenti è la parte di  lavoro più difficile e impegnativa, quella che mi porta via la maggior parte del tempo ma la piu importante per la buona riuscita del proprio lavoro.
.
Ogni collana ha una sua storia, quella che ascolto, che leggo, che vedo
Ognuna ha una sua personalità che si plasma con chi poi la indosserà





❤️Ringrazio di cuore Angela per il suo feedback ❤️

"Ho ordinato una  collana in tessuto da Laura e sono molto soddisfatta dell'acquisto. 
Leggera....comoda da indossare,  impreziosisce capi semplici donando un tocco particolare senza rinunciare al buon gusto. 
Laura è stata molto disponibile e paziente  nella scelta dei particolari. ..colori e tessuti. 
Ogni fiorellino è realizzato alla perfezione. ..curato nei minimi dettagli. 
Spedizione e consegna super efficienti"




Il modello con le spiegazioni lo puoi ordinare nel mio Etsy shop (link diretto nella colonna destra)Puoi scegliere la dispensa singola (solo collana)oppure il libro di Cucito Creativo "Spring is in the air" (oltre alla collana ci sono moltissimi altri progetti) 
Se invece preferisci che sia io a realizzarla contattami via email
Alla prossima
Un abbraccio

mercoledì 22 maggio 2019

Diario di viaggio: Cammino di Santiago {cammino portoghese della costa terza tappa}

" Ciò che ha valore nella vita non è la partenza ma il percorso
Camminando e seminando alla fine avrai qualcosa da raccogliere"
(C. Coralina)

Diario di Viaggio

Terza tappa 
Baiona - Vigo 

29 Aprile 2019



Certo che un buon sonno sa fare i miracoli! E' il terzo giorno, mi alzo riposata e piena di forza. Ancora una volta la stanchezza del giorno prima è scomparsa!
Metto lo zaino in spalla senza nessun sforzo e penso che ormai mi sono abituata ad averlo addosso!
La tappa di oggi prevede ancora una volta una trentina di km e da Baiona si va verso Vigo la più grande città della Galizia.







Di tutte le tappe, questa, a livello paesaggistico, è stata quella che ho più amato. I colori del mare, del cielo, della terra e della sabbia erano incredibili. La giornata meravigliosamente assolata e calda al punto giusto.
Ho pensato di mettere alcune foto in sequenza sperando di riuscire a trasmettere la bellezza di questi posti. Tengo a precisare che le foto non sono state ritoccate e la luce ed i colori sono originali e che alcune sono state scattate dal nostro compagno di viaggio.





 
 






Lasciamo la città intorno alle 9. Attraversiamo il lungomare, il porto, la spiaggia direzione Ramallosa. Attraversiamo il ponte romano e ci fermiamo per una sosta  caffè in un delizioso bar fronte fiume.




Arriviamo a Porto de Panxon e saliamo fino alla Parroquia de San Xoan de Panxon sperando di trovarla aperta e avere il "sello" o timbro che viene messo nella credenziale del pellegrino.
La chiesa è aperta  e ne approfittiamo per visitarla, ma all'interno, purtroppo non troviamo nessuno.




 
Procediamo ancora un po' prima di fermarci per un altro caffè da A Terrasina.
La proprietaria gentilissima ci fa una sorpresa: prende tre gusci di capesante, va in cucina ,le buca e ce le regala.
Forse non tutti sanno che la capasanta o conchiglia di San Giacomo è il simbolo del pellegrinaggio alla città di Santiago. In passato veniva cucita sul cappello o  mantello del pellegrino e serviva a dimostrare a tutti che aveva raggiunto e visitato la tomba di San Giacomo in Galizia.
Non potete immaginare l'emozione quando me l'ha posta in mano.
Finalmente anche io ho la mia cappasanta appesa sullo zaino!

Maciniamo ancora km tra le bianche spiagge e il mare turchese (foto sopra), ci fermiamo per il pranzo in un piccolo ristorante fronte mare e mangiamo una buona tortilla de patatas e beviamo una birra freschissima!

Sarà che oggi c'e' il sole, tutto sembra più leggero, si va avanti cantando, ballando e ridendo.
Attraversiamo ancora spiagge naturalistiche, altre super attrezzate e turistiche affollate da ragazzini che hanno appena terminato la scuola.
Passeggiamo su lungomari infiniti e ci inoltriamo tra sentieri interni dove incontriamo cavalli e capre!




Sono le  5 e 30 quando superiamo il cartello della città di Vigo. Ma il centro  dista ancora due km.

La periferia non è il massimo: cantieri, fabbriche, traffico, enormi casermoni, costruzioni da finire, altre diroccate o piccole chicche che spiccano perchè in quel contesto poco centrano.


Arriviamo all' Hotel Compostela , prenotato con anticipo, più morti che vivi
Anche oggi i km non sono stati pochi, per l'esattezza 33. 

La mia amica Valeria comincia ad accusare forti dolori al tallone che, purtroppo, la terranno ferma fino all'ultima tappa!
Dopo una doccia, dalla quale non sarei mai uscita,  il bucato in una lavanderia a gettoni, aperitivo e cena a base di pesce in un posto tipico, siamo svenuti !

Camera con vista


Selfie delle due pellegrine


E' a Vigo che si conclude la terza tappa


*Quarta tappa  Vigo- Redondela- Pontevedra 

Per leggere:
la seconda tappa


martedì 21 maggio 2019

Diario di viaggio: Cammino di Santiago {cammino portoghese della costa seconda tappa}

"Nulla è davvero difficile se lo si divide in tanti piccoli pezzettini"
(H. Ford)


Diario di Viaggio

Seconda tappa
A Guarda Baiona  

28 Aprile 2019

E' domenica.
Tutto tace lungo le calli e le stradine di Guarda. Cerchiamo un bar per fare colazione e ne troviamo aperto uno sulla piazza del municipio. Un via vai di persone, non usuale considerando l'ora, ci incuriosisce. Scopriamo che oggi in Spagna si vota. 
Rifocillati e pieni d'energia pianifichiamo il percorso, le soste e l'alloggio. Anche oggi i km da macinare sono parecchi, almeno una trentina (che poi diventeranno.....)   
Il vento si è attenuato e l'aria sembra più tiepida. 
Scendiamo lungo una strada e troviamo la squadra di pallanuoto locale che ha vinto/passato il turno/o che ne so, festeggiare, cantare e bere!
Salutati, abbracciati e fatti i complimenti finalmente riusciamo a metterci in cammino!






Questo è il panorama che ci si presenta una volta lasciata la città: Praia Fedorento.
Imbocchiamo il sentiero e camminiamo lungo la costa prettamente rocciosa.



Le onde dell'oceano sono altissime e potentissime. Ci spingiamo lungo gli scogli per poterle ammirare da vicino (stavolta però con mille occhi e attenzioni a dove metto i piedi  ;-) ) e ci imbattiamo su di una strana costruzione rotonda che scopriamo essere un vecchio vivaio per crostacei, costruito nel 1895 ( Cetarea Redonda)



Mi scuso, non ho foto decenti del vecchio allevamento se non questa dove ci siamo noi sul bordo!










A l'una, ormai sfiniti, affamati e assetati arriviamo a  Oia . Ci fermiamo nella prima locanda che troviamo A Casa de Henriqueta :
una taverna dove abbiamo mangiato del pane e prosciutto e un'ottima crepes con cioccolato e panna!
Solo usciti dal ristorante ci rendiamo conto di quanto sia caratteristico questo piccolo paese marinaro.
Molto bello è il Monastero di Santa Maria de Oia fondato alla fine del XII sec.











Dopo aver percorso 28/30 km ci fermiamo per decidere il da farsi.
Le opzioni sono due: dormire vicino a As Marinas o proseguire fino a Baiona allungando quindi di altri 6 km attraverso un sentiero interno.
Considerando che non era poi così tardi e che avremmo accorciato di parecchio la tappa del giorno successivo ci auto convinciamo che forse arrivare a Baiona non è proprio una cattiva idea.








 Lasciamo la strada statale Baiona - A Guarda e saliamo lungo il sentiero che da lì a poco ci avrebbe nascosto la vista sul mare.
Da lontano vediamo il faro de cabo Sellero per poi inoltrarci nell'entroterra. Un sali e scendi sconnesso tra verdi sentieri e piccoli borghi.





Come sempre gli ultimi km sono il delirio...ridi per non piangere, ti trascini, cerchi di darti il passo con una delle tue canzoni preferite, guardi l'orizzonte speranzosa di vedere la meta: Baiona.
In lontananza scorgiamo le mura di cinta del castello Monte Real  ( clicca Parador Nacional de turismo de Baiona) che nel 1585 avevano resistito all'attacco del corsaro Francis Drake.




Finalmente arriviamo zoppicanti e morti al nostro Hostel Baionamar   che consiglio caldamente per pulizia e comodità.
Doccia, aperitivo e cena alla Boqueria,dove ho mangiato la frittura di calamari più buona della mia vita, brevissima passeggiata per vedere il tramonto e poi tutti a nanna
Anche oggi i 36 km li sento tutti !

Curiosità :
 A Baiona attraccò la caravella Pinta e fu, quindi, il primo porto Europeo a ricevere la notizia della scoperta dell'America.


Queste sono le colonnine che si trovano lungo il cammino e  indicano i km che mancano per arrivare a Santiago




La prossima (terza) tappa : Baiona -Vigo (a mio parere, paesaggisticamente, quella più bella)

Se non hai letto la  prima tappa clicca qui

Laura

PS
Se hai domande o curiosità  riguardo la mia personale esperienza sul cammino, scrivimela pure sui commenti. Sto preparando un post dove risponderò a tutte le domande che sto raccolto (per ora quelle su Facebook e Instagram)