venerdì 20 aprile 2018

Diy: presine in stile Shabby Chic

Buongiorno ragazze!
Oggi il post è dedicato a voi che amate realizzare piccoli oggetti per la casa e siete alle prime armi con la macchina da cucire!
Il progetto che realizzeremo insieme anche se molto semplice, darà alla vostra cucina quel tocco in più!
Cuciremo insieme delle presine per la cucina






Per questo progetto (che mi era stato commissionato) ho usato il classico lino grezzo tortora al quale ho abbinato queste meravigliose fantasie fiorate.
L'effetto finale è molto elegante ed ha quel tocco un po' shabby che ultimamente piace molto!

Sei pronta?
Bene allora mettiamoci al lavoro 

Occorrente:
lino greggio
tessuto fantasia
carta termo adesiva
passamaneria
imbottitura piatta
filo da cucito marrone
macchina da cucire

Procedimento:
Taglia due quadrati di lino che misurano 30 cm
ed un quadrato d'imbottitura piatta leggermente più largo.
Stira sul retro del tessuto fantasia la *carta termo adesiva, disegna il cuore e ritagliate la sagoma. 

Rimuovi la pellicola dal retro e stira il cuore nel centro di uno dei due quadrati.
Cuci il cuore a macchina, usando un filo di contrasto (ad esempio marrone su un tessuto chiaro) se ti piace che si veda il disegno, oppure con un filo in tinta se non desideri, invece, che si veda.

Passiamo ad assemblare la presina per poi cucirla:
posiziona l'imbottitura e sopra di questa i due tessuti con il dritto rivolto verso l'interno. Prendi la passamaneria o il nastro, unisci i due capi in modo tale da formare un piccolo cerchio, mettilo al centro della parte( vedi lo schema)

Cuci lungo tutto il perimetro , lasciando una piccola apertura.
 Taglia l'imbottitura in eccesso lungo i bordi, taglia il tessuto in più negli angoli  e rigira il lavoro aiutandoti con un bastoncino.
Tira fuori gli angoli, stira e ribatti il bordo a macchina.
 La tua presina è pronta

* Se non conosci la carta termo adesiva :
La carta termo adesiva la puoi acquistare sia sui siti che vendono tessuti sia nei negozi di craft.
Presenta uno strato di colla in entrambi i lati e ti dà la possibilità di poter incollare due tessuti con l'aiuto del ferro da stiro.
Solitamente viene impiegata per realizzare le applicazioni.







Questo è il risultato finale!
La gallinella, troppo simpatica, l'ho pensata per essere appesa al pomello dell'antina della cucina, in sostituzione dei classici cuori.
Il progetto lo potete trovare nel e-book Spring is in the air


Spero che questo tutorial vi sia piaciuto e che lo abbiate trovato utile!
Alla prossima
Enjoy your creativity day
Laura

martedì 17 aprile 2018

#Cartapolveremagia


"Ignoravo il piacere che può dare la parola scritta, il piacere di penetrare nei segreti dell'anima, di abbandonarsi all'immaginazione, alla bellezza e al mistero dell'invenzione letteraria " 
(da L'ombra del vento di Carlos R. Zafon) 

Iniziava così anche il post di Lucia Locatelli di Impressioni.it
quando aveva lanciato il gioco
CARTAPOLVEREMAGIA

Ogni partecipante doveva scrivere a mano una frase o un passo di un libro da regalare
In pratica uno scambio di cartoline, rigorosamente scritte a mano!
L'iscrizione al gioco è partita praticamente subito....

Questo è stato quello che ho preparato
Una cartolina in stoffa
una tag fatta a mano con il soffione 
un segnalibro con scritto (mannaggia non trovo la foto)

"Conserva i tuoi sogni, non sai mai quando ne avrai bisogno"
sempre di Zafon e sempre tratto dall'Ombra del vento (del libro ve ne parlo qui)








La mia abbinata, che era nientemeno che Lucia, mi ha preparato queste meraviglie

 Partecipare a questa iniziativa mi ha fatto riprovare l'emozione di ricevere una lettera, come non succedeva da tantissimi anni!

Alla prossima 
Enjoy your creativity day
Laura



domenica 15 aprile 2018

Oggi cucino io: vellutata di piselli con cappesante, pancetta e crostini

Il piatto che oggi vorrei condividere con voi è una vellutata di piselli alternativa che dovete assolutamente provare.
La ricetta l'ho trovata nel ricettario kitchenaid,  e l'ho preparata diverse volte, apportando solo qualche modifica rispetto all'originale. La ricetta prevede anche 125 gr di mascarpone, ma io l'ho messo solo una volta, poi per renderla più light ho deciso di non inserirlo più.
Ho scritto LIGHT, ma di leggero non ha assolutamente nulla, anzi è una vera BOMBA CALORICA!!!
Può essere proposta  sia per pranzo che a cena e, anche se zuppa, può considerarsi un piatto unico!



RICETTA

Zuppa di piselli cappesante e pancetta

Ingredienti

  • 2 scalogni grandi
  • 2 spicchi d'aglio
  • 50 gr di burro
  • 800 gr di piselli surgelati
  • 1 litro di brodo
  • 6 cappesante carnose
  • 1 cucno di olio evo
  • sale e pepe nero macinato fresco
  • pancetta a cubetti e crostini


Procedimento
Tritare gli scalogni e l'aglio e metterli in un tegame dove avrete sciolto il burro, rosolando il tutto fino a che non si siano  ammorbiditi. Unite i piselli e fate cuocere per 1 minuto.Aggiungere il brodo, portare ad ebollizione e fate cuocere per 5 minuti fino a che i piselli non risultano teneri. Fate raffreddare per 10 minuti e frullate fino ad avere un composto omogeneo. Salare, pepare e tenere il composto al caldo.
Scaldare il burro rimasto in un padella e friggetevi la pancetta, fino a che non risulti croccante, toglietela e asciugatela sulla carta da cucina. Eliminate la crosta dal pane e tagliatelo a cubetti di 1 cm circa. Friggete il pane nello stesso burro della pancetta fino a che non risulti dorato. Scaldate l'olio extravergine  e scottate le cappesante per 15 secondi.
Versate la zuppa sulle ciotole da portata e cospargetele con i crostini, la pancetta e le cappesante

Buon appetito
Laura





venerdì 13 aprile 2018

Ognuno di noi ha un paio d'ali, ma solo chi sogna impara a volare



Quello che sento è un leggero battito d'ali 
Nella mia testa che sempre è piena d'idee non è facile individuarlo, ma ci provo!

Prendo carta e penna per fissare quel pensiero

Resta la' a decantare, ad aspettare!

Poi un bel giorno risento quel farfallio e capisco che è giunto il momento di concretizzare quel pensiero!

Così, il più delle volte, nascono le mie creazioni!


"Ognuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare!"


Di queste dolci fatine ne ho fatte diverse
chi le ha volute da regalare per un compleanno, chi per i propri negozi, chi come fiocco nascita!
Questa, nello specifico, l'avevo realizzata per un 'iniziativa del canale Ig Instamamme 
Dovevo realizzare un mio oggetto che rappresentasse queste fantastiche donne ( ve ne parlo qui )








Il cartamodello lo trovate nel mio etsy shop e comprende:
- A B C del cucito creativo
- lista dei materiali
- schemi, foto e passaggi per realizzare ogni singola parte (corpo e vestito e capelli)
- tags personalizzata
- cartamodello in scala 1:1 pronto per essere stampato

Altre fate le potete trovare qui, qui e qui









Alla prossima
Enjoy your sewing day

Laura

martedì 10 aprile 2018

Handmade kids: una coniglietta speciale



Una coniglietta speciale, di quelle che non stanno in una mensola, che si guardano ma non si toccano, ma che nascono proprio per poterci giocare.
La zia della piccola Alma ha voluto così.
Insieme abbiamo deciso i vestiti da fare e i tessuti.

La stoffa della vestina la presi quando andai a Leeds , mentre quella usata per i pantaloni e le orecchie  in fiera a Vicenza sempre in uno stand inglese.




Il cartamodello del coniglio e' tratto da uno dei libri di Tone Finnangher, nota come Tilda






Alla prossima
Laura

domenica 8 aprile 2018

Oggi cucino io: torta di ricotta e composta di mirtilli


Vi avevo già proposto questa ricetta  (versione cioccolatosa) durante il periodo natalizio (ve ne parlo qui) ma la sua produzione non si è di certo fermata ed ho voluto provare anche la variante con la composta di mirtilli.
E' piaciuta molto anche questa versione (solo Bea non ha apprezzato, ma a lei la marmellata non piace)
Mi dispiace solo che nella foto la marmellata non si veda...è stata praticamente "inghiottita"!
E' un dolce che, oltre ad essere molto buono, si presenta molto bene e per questo
potrebbe essere un'idea "regalo" da portare a casa d'amici se si è invitati a pranzo!


RICETTA

Torta di ricotta e composta di mirtilli

Ingredienti
  • 2 uova 
  • 120 g zucchero di canna
  • 70 gr di olio di semi
  • 50 ml latte
  • 210 g farina
  • 10 g lievito per dolci
  • 1 pizzico sale
  • Per la crema di ricotta
  • 300 g ricotta 
  • uova 
  • 50 g zucchero
  • composta di mirtilli


Procedimento
Sbattere bene le uova e lo zucchero, aggiungere l'olio, pian piano la farina mescolata al lievito il latte ed il pizzico di sale. Mettere il composto nella tortiera precedentemente imburrata.
Per il ripieno sbattere la ricotta con l'uovo e lo zucchero. Mettere la crema sopra la torta. Aggiungere delle cucchiaiate di composta intorno alla torta.
Infornare a 180 gradi per 45 minuti.
Servire fredda!

Buona domenica
Laura

venerdì 6 aprile 2018

Home tour: my living in the spring time

Non so se anche per voi sia così, ma io non riesco ad essere statica nelle mie cose, ho bisogno di cambiare in continuazione! Uno psicologo sicuramente potrà pensare che questo significhi che io stia ancora cercando "un mio ordine" e che questo mio continuo  girare e spostare  serva proprio a questo. 
Ebbene 
#haipresoinpienoedhaiperfettameteragione
A 48 anni sto ancora cercando l'ordine e l'organizzazione giusta!
Chissà se un giorno ce la farò!
Intanto continuo a spostare...per la gioia della mia famiglia che non trova mai niente e non posso fargliene una colpa.

Non vi posso far vedere cassetti e armadi  ma le stanze della casa che cambiano sì!
La zona giorno, ossia il nostro living, è quello che più ne"risente". 
Naturalmente non mi riferisco ai cambiamenti stagionali drastici, come il Natale, ma anche a quelli di anno in anno durante la stessa stagione (si dice così..mi sono forse spiegata male? Naaaa)
I cambiamenti sono impercettibili, ma se si mettono a confronto le foto di oggi con quelle dello scorso anno, eccome si vedono!
 Se siete curiose cliccate qui 
  e vedete le differenze!



Ma cosa c'e' di nuovo?
Il pezzo forte di quest'anno è sicuramente l'acquerello che sta sopra la piattaia
Quello è un PEZZO UNICO
creato appositamente per me da una piccola artista di nome Valeria!
 Ho cambiato i pomelli al mobile (qui non si vedono) che da verdi sono passati ad azzurri.



Ho sostituito i piatti verdi con questi meravigliosi (anche se plasticati) presi da ikea ancora a fine gennaio!
Sono proprio i colori che cercavo e sulla piattaia stanno alla perfezione!
Magari un giorno chiederò alla mia amica di dipingermi una rosellina nel centro!






Ho appeso le bandierine, o meglio le bandierine sono rimaste appese forse una settimana. Ora sono già da un'altra parte perchè mi cadevano ogni due per tre E NON NE POTEVO PIU' DI TIRARLE SU!










Che siano grandi o piccoli, visibili o meno io amo i cambiamenti!
L'unica cosa che non cambierò mai sarà la mia famiglia....
a meno che non siano loro a farlo!!!
*_ò

(sperem de no)

Alla prossima
Laura

martedì 3 aprile 2018

Leggendo: L'ombra del vento


"I libri perduti nel tempo vivono sempre in attesa del giorno in cui potranno tornare nelle mani di un nuovo lettore"
Carlos Ruiz Zafòn

Se non conoscete Carlos Ruiz Zafòn il mio consiglio è quello di entrare nella prima libreria ed acquistare il suo primo libro
L'ombra del vento
( LINK ONLINE QUI )

Un romanzo, tra i più belli e particolari fino ad ora letti.
Ambientato nella Barcellona della metà degli anni '40, sotto il regime di Franco, racconta la storia del figlio di un libraio che portato dal padre al "cimitero dei libri perduti" ne sceglie uno.
Affascinato dalla storia lo legge in una notte.
Sarà proprio questo libro a segnare la sua vita che s'intreccerà a quella dell'autore.
Incuriosito cerca altri romanzi dello scrittore, ma scoprirà che il libro in suo possesso è l'unica copia rimasta. In molti la vorrebbero, ma lui la conserverà come un tesoro.
A questo punto inizia la storia vera e propria e il suo mistero da scoprire.
 A mio parere è un libro coinvolgente di quelli che inizi a leggere e non ti fermi più, di quelli che una volta che lo hai terminato ti dispiace, di quelli che per almeno due giorni continui a pensare ancora ai suoi personaggi!

Buona lettura


L'IDEA IN PIU'
Il segnalibro:
Tagliate un rettangolo da un foglio di album ruvido A4 (le misure sono h uguale al libro e la larghezza 3/4)
Con la matita scrivete la frase del libro che più vi è piaciuta ed il soffione e poi ripassatela con una penna a sfera punta fine (potete usare questa )
Per disegnare il soffione qui potete trovare alcune idee qui
Spero che questo post vi sia piaciuto visto che è il primo nel suo genere!
Se nel caso questa nuova rubrica vi può interessare fatemelo sapere, anche solo cliccando su interessante subito sotto il post!
Enjoy
Laura

domenica 1 aprile 2018

"Non importa in quale Dio o in cosa noi crediamo.
Dobbiamo impegnarci tutti perchè sia una Pasqua di Rispetto e Amore ogni giorno della nostra vita!"
Felice e serena Pasqua a tutti Voi